Pit Stop Moto è in grado di dare un servizio di riparazioni di moto e ciclomotori completo e affidabile in tempi imbattibili

Dal controllo dello stato delle gomme, alla sostituzione di accessori e ricambio di parti originali di moto, motocicli e scooter, alle riparazioni meccaniche più diverse, siamo in grado di garantirvi la perfetta riparazione del vostro mezzo con massima professionalità e rapidità.

Cambio Gomme Cambio Gomme

La sicurezza a bordo dei motori a due ruote è fortemente condizionata dallo stato e dalla qualità dei pneumatici del veicolo. Le gomme della moto/scooter sono l'unica parte del mezzo a entrare in contatto diretto con il manto stradale, quindi è fondamentale che le loro condizioni siano perfette, onde garantire l'aderenza al suolo in ogni situazione e la perfetta stabilità del veicolo. Per massimizzare l'efficienza della moto/scooter è bene sostituire periodicamente i pneumatici, anche qualora non presentino particolari segni di usura.

Pur non esistendo un esatto numero di anni o uno specifico numero di chilometri dopo i quali sostituire i pneumatici, si consiglia di effettuare il cambio gomme dopo due anni dalla data di produzione delle stesse.
La data di produzione riveste una certa importanza, poiché il pneumatico invecchia anche nel caso in cui venga utilizzato solo occasionalmente o addirittura anche in caso di non utilizzo. Sempre per quanto riguarda la durata del pneumatico, è difficile stabilire un riferimento chilometrico attendibile, in quanto il logorio della gomma dipende da fattori quali la manutenzione, lo stile di guida, il luogo di conservazione della moto/scooter, il carico e lo stato delle strade prevalentemente percorse. Per quanto concerne l'aspetto legale, il codice della strada stabilisce che lo spessore del battistrada del pneumatico non deve scendere sotto il limite. Qualora il conducente del mezzo venga sorpreso a circolare con gomme con un battistrada inferiore alla soglia minima, è soggetto a sanzione amministrativa.
Per verificare l'altezza del battistrada non occorrono particolari strumenti, poiché i moderni pneumatici sono dotati di appositi indicatori di consumo, rappresentati da alcuni intagli, attraverso i quali è facilmente verificabile se si è in regola con le normative. Si raccomanda, comunque, di sostituire i pneumatici ben prima che lo spessore del battistrada raggiunga la soglia minima.

Vi sono altri fattori che suggeriscono il cambio gomme, come l'eccessiva durezza delle stesse o l'irregolarità della forma del pneumatico. Gomme con battistrada eccessivamente consumato, troppo rigide o deformate costituiscono un serio pericolo per la circolazione e per la propria incolumità, poiché potrebbero causare la perdita del controllo del veicolo, soprattutto in caso di terreno bagnato, e richiedere spazi di arresto ampiamente superiori a quelli standard.

Se un pneumatico risulta forato o tagliato, anche solo superficialmente, porta il tuo veicolo da Pit Stop Moto, valuteremo lo stato della gomma e suggeriremo se sostituirla o meno.

Tagliando Tagliando

La vita di ogni veicolo a motore è segnata da intervalli di manutenzione ordinaria, per diminuire il rischio di brutte sorprese ed assicurare il buon funzionamento del mezzo. I tagliandi moto sono un argomento al quale ogni attento e scrupoloso motociclista dovrebbe fare attenzione: è opportuno affidarsi ad un officina autorizzata con gli strumenti e le competenze per poter accudire il vostro mezzo.

Ogni moto ha un intervallo regolare dopo il quale si rende necessario un tagliando. Poichè i motori sono diversi, così come tutto il resto della componentistica, ogni brand motociclistico pone un intervallo diverso per il controllo periodico. Non si possono accumulare tutti in quanto gli intervalli di tempo e di chilometraggio sono svariati ma è opportuno per gli scooter Massimo ogni 3000 km controllare lo stato dell' olio e se è necessario sostituirlo mentre per le moto l'intervallo può essere considerato ogni 6000 km.

Per quanto riguarda il tempo si consiglia di ricontrollare sempre ogni anno lo stato del mezzo per essere sicuri che tutte le parti fondamentali e dispositivi di sicurezza siano in perfetta efficienza prima di rimettere la moto in circolazione.

Più la moto invecchia, più macina chilometri, più i tagliandi da eseguire andranno a toccare degli organi importanti che si usurano con il tempo. Questo comporta una diversificazione dei tagliandi, che quindi altro non sono che un percorso completo e meticoloso che permette un controllo del motore dalla A alla Z.

I primi tagliandi comprenderanno quasi esclusivamente il cambio dell’olio motore e di eventuali liquidi come il liquido freni ed il liquido radiatore, ma a chilometraggi importanti bisogna iniziare a cambiare il gruppo trasmissione (catena, corona e pignone) oltre che, ad esempio, controllare o sostituire la cinghia/catena di distribuzione. Proprio in virtù della differenza di interventi il costo può variare anche notevolmente tra un tagliando e l’altro. Da Pit Stop Moto puoi richiedere una diagnosi del tuo mezzo e un preventivo per il prossimo tagliando.

Revisione Revisione

La revisione periodica è un controllo obbligatorio durante il quale viene valutato lo stato di salute della moto. La prima va fatta 4 anni dopo l’immatricolazione, poi la scadenza diventa biennale. In caso di mancata revisione si rischiano guai con le assicurazioni e salate sanzioni amministrative.

Ogni due anni l’impegno è fisso: preso appuntamento, si porta la moto in officina per la revisione periodica. A differenza del tagliando, non obbligatorio ma semplicemente (e caldamente) consigliato dalla Casa madre con scadenze chilometriche, la revisione è un controllo del tutto obbligatorio previsto per legge. Il fine è quello di garantire la sicurezza di automobilisti e motociclisti verificando l’idoneità alla circolazione del veicolo. In occasione della revisione, il centro specializzato a cui ci si rivolge ha il compito di controllare il corretto funzionamento di freni, impianto elettrico e di scarico, l’eventuale usura di pneumatici o altre parti meccaniche e la regolarità dei rumori e delle emissioni. Come detto, il check obbligatorio deve necessariamente rispettare le scadenze indicate: la prima revisione va fatta dopo 4 anni dall’immatricolazione della moto e ogni 2 anni per le volte successive. Spesso è l’officina stessa che, dopo la prima revisione, si preoccupa di avvertire i clienti dell’imminente scadenza dei due anni e della necessità quindi di ripetere il controllo. In ogni caso il termine ultimo è entro la fine del mese in cui si è fatta la prima immatricolazione, per esempio se la moto è stata immatricolata a novembre, la revisione dovrà sempre essere fatta entro la fine di questo mese.

Senza revisione, o con revisione scaduta, in caso di incidente l’assicurazione, semplicemente, potrebbe chiedere indietro i soldi versati per il risarcimento avvalendosi della clausola di rivalsa.

Pit Stop Moto è un’officina autorizzata presso cui portare il proprio mezzo da revisionare.

Tagliando Ritiro e consegna a domicilio

Con una semplice telefonata veniamo a ritirare la tua moto/scooter a domicilio, ovunque essa/esso si trovi, effettuiamo il trasporto presso la nostra officina e a lavori conclusi te la/lo riportiamo a casa, o in ufficio, nel luogo indicato da te indicato. Il servizio è valido anche in caso di veicolo incidentato, ci occuperemo noi delle pratiche del sinistro.